RECENSIONE: Stefan Zweig “Momenti fatali”

Siamo ormai in prossimità del secolo, per questa famosa raccolta di camei storici. Data infatti 1927 la prima pubblicazione, che ancora non conteneva gli ultimi due, integrati nell’edizione del 1940. Autore di complessità abilmente dissimulata, Zweig. L’apparente semplicità espositiva, lineare e diretta, il linguaggio fluente e composto, la disposizione narrativa al limite della cronaca, danno […]

RECENSIONE: Paul Collins “Al paese dei libri”

Tra i bibliofili, come tra gli amatori e i semplici appassionati del libro, il paesino gallese di Hay on Wye è popolare. Situato sulla frangia settentrionale dell’imponente Parco Nazionale di Becon Breacons, questo villaggio posato sulle sponde del fiume Way e confinante con l’inglese contea di Herefordshire conta poco meno di 1500 anime. Fin dall’inizio […]

RECENSIONE: Harold William Tilman “Mischief in Patagonia”

Percorrere le pagine di un classico dell’avventura come Mischief in Patagonia di “Bill” Tilman comporta una sensazione di conforto, una inconsueta intima confidenza abitativa. E dire che l’autore pratica con naturalezza il tono di una socialità non estroversa, anche se amichevole. Si mantiene sul filo del resoconto, del sintetico “diario di bordo”, al più condito […]

RECENSIONE: Selma Lagerlöf “Il violino del pazzo”

«Era una bella giornata d’autunno verso la fine degli anni Trenta. A quell’epoca c’era a Uppsala una casa alta e gialla, di due piani, stranamente isolata in mezzo a un piccolo prato, ai margini della città». L’incipit de Il violino del pazzo è conforme all’esordio tradizionale di una fiaba. La scrittrice svedese nacque nel 1858 […]

RECENSIONE: Sebastian Haffner “Un tedesco contro Hitler”

Raimund Pretzel, giornalista e divulgatore storico tedesco vissuto tra il 1907 e il 1999, per le memorie dedicate agli anni che in Germania, e particolarmente a Berlino, prepararono e inaugurarono lo stato nazista, scelse lo pseudonimo di Sebastian Haffner. Una dichiarazione di parte opposta all’avanzare dell’oscurantismo violento, rozzo ed ignorante: Sebastian da Johann Sebastian Bach […]

RECENSIONE: Roberto Calasso “Come ordinare una biblioteca”

Nel Tommaseo dei sinonimi, si distingue: «Biblioteca, gran raccolta di libri a uso di lettura; Libreria, o per uso di lettura o da vendere, anche non ordinati, come a biblioteca richiedesi. Pochi scaffali faranno libreria, biblioteca no». Il criterio quantitativo determina la denominazione. Ma sono gli esempi ad illuminare la discrepanza, pertanto: «La biblioteca di […]

RECENSIONE: Isaac Bashevis Singer “Satana a Goraj”

Un canto antico sprigiona dalle pagine di Satana a Goraj. Opera prima e già impronta completa dell’autore, dittico gotico dai toni arcaici, vergato nella tonalità di primitive ballate in cui risuonano gli echi del Beowulf inglese e dell’Edda norrena. Scritto in yiddish e uscito a puntate sulla rivista letteraria Globus nel 1933, venne pubblicato per […]

RECENSIONE: Georges Simenon “L’assassino”

Un’esistenza tediosa fatta di poche, piccole cose, senza slanci o imprevisti, «…aveva camminato per anni lungo un binario morto». Ingannato dalla vita il dottor Hans Kuperus non ama i suoi pazienti, non ama Sneek, il paesino della Frisia in cui è costretto a vivere, non ama i suoi concittadini e forse non ama neppure sua […]

RECENSIONE: Ermanno Cavazzoni “Vite brevi di idioti”

Non è raro che in una soleggiata giornata estiva, osservando il movimento delle ombre attorno, ci capiti per un attimo di trasalire. Una forma che fino a poco prima era davanti ai nostri occhi è corsa in avanti, si è mossa in modo quasi repentino. È soltanto la terra che gira, lo sappiamo, (a meno […]

RECENSIONE: Clara Dupont-Monod “Adattarsi”

È la pietra che racconta. Lei guarda e sa. Non è che un muro, ma si fa voce narrante. Davanti ai suoi occhi passano le vite di una famiglia che dimora in una casa tra le montagne francesi. Quella della scrittrice Clara Dupont-Monod, è una storia di insolita bellezza sulla malattia, una storia fatta di […]