Articoli

RECENSIONE: Ivan Gončarov “Oblomov”

Quando nel 1979 il grande regista russo Nikita Sergeevič Michalkov girò Qualche giorno della vita di Oblomov, si addentrò in un’impresa assai rischiosa; come avrebbe potuto dare forma ad un classico perfetto come il romanzo di Ivan Aleksandrovič Gončarov, Oblomov, scritto 1855 ? «Ho pensato a lungo che, se fossi riuscito a girare Oblomov, lo […]

RECENSIONE: Henry James “Ritratto di signora”

«Ho letto il romanzo quando ero una ragazzina e vivevo ancora in Nuova Zelanda. Ne rimasi affascinata, tanto che mia sorella Anna ed io ne ricavammo una specie di dramma che recitavamo tra noi… Potrei persino dire che ho imparato a fare cinema per portare sullo schermo il mondo e i personaggi di Henry James, […]

RECENSIONE: Matteo Merzagora “Scienza da vedere”

Cosa ne sarebbe stato del cinema se, in un giorno lontano, uno scienziato spinto da curiosità e ingegno non avesse preso tra le mani un cannocchiale per osservare la Luna, allora tanto più lontana, per cercare cose che l’occhio umano non aveva ancora veduto… E se i disegni lunari del Sidereus Nuncius di Galileo non […]

RECENSIONE: Luciana Borsatti “Le indemoniate”

Tutto ebbe inizio nella lontana primavera del 1878, in un piccolo paese tra i monti della Carnia, a Verzegnis: sette ragazze tra i quindici e i vent’anni furono sopraffatte da malori terribili e forsennati. «Udii tali voci strane che credevo sicuramente fossero di bestia piuttosto che di umana specie – di gatto, di cane, di […]

RECENSIONE: Dino Buzzati “Il deserto dei Tartari”

Gialli riarsi, ocra tenui, impalliditi. Pietre, terra secca, sassi. L’imponente Fortezza Bastiani e poi il deserto immenso. Desolato, inospitale. Tutta la vita di Giovanni Drogo si consuma tra questi luoghi in un duello senza speranza contro il destino. La finitezza del tempo sovrasta il giovane Drogo fin dall’inizio del viaggio intrapreso per andare a prestare […]