Articoli

Rassegna Stampa Libraria – 23 giugno 2024

Leggendo, nulla si può quando lo sguardo viene rapito dal profilo lontano di un’isola sperduta. L’infatuazione fascinosa per il topos letterario dell’isola è antica e persistente. Le Isole Fortunate di Pindaro, destinate ai giusti dopo tre reincarnazioni terrestri, l’Isola del Paradiso della mappa di Hereford del XIV secolo, l’Isola degli uccelli, quella dell’inferno, quella di […]

RECENSIONE: Marco Bosonetto “Il sottolineatore solitario”

Marco Bosonetto è un insegnante e scrittore originario di Cuneo. Ha esordito nel 1998 con il titolo Il sottolineatore solitario. Dell’esordiente mantiene intatte le caratteristiche, soprattutto una certa energia dominata con fatica e scarso polso. Si tratta di un romanzo visionario dalle finalità decisamente pop, nel quale i libri (nonostante il titolo) occupano uno spazio […]

RECENSIONE: Harold William Tilman “Mischief in Patagonia”

Percorrere le pagine di un classico dell’avventura come Mischief in Patagonia di “Bill” Tilman comporta una sensazione di conforto, una inconsueta intima confidenza abitativa. E dire che l’autore pratica con naturalezza il tono di una socialità non estroversa, anche se amichevole. Si mantiene sul filo del resoconto, del sintetico “diario di bordo”, al più condito […]

RECENSIONE: Ermanno Cavazzoni “Vite brevi di idioti”

Non è raro che in una soleggiata giornata estiva, osservando il movimento delle ombre attorno, ci capiti per un attimo di trasalire. Una forma che fino a poco prima era davanti ai nostri occhi è corsa in avanti, si è mossa in modo quasi repentino. È soltanto la terra che gira, lo sappiamo, (a meno […]

RECENSIONE: Luigi Zoja “Sotto l’iceberg”

Mentre il positivismo razionale ebbe i suoi fasti sociali nell’Ottocento, nel Novecento riemerse potentemente, nella sua consustanziale irrazionalità, in tutta la sua possanza dominante moltiplicata e accresciuta dallo squilibrio della precedente esautorazione, la furia delle energie inconsce. Luigi Zoja, psicanalista e saggista di fama, dedica il suo ultimo libro alla regione psichica meno popolare nella […]

RECENSIONE: Luigi Zoja “Dialoghi sul male”

Si articola in tre racconti, Dialoghi sul male. Tre importanti storie appartenenti a differenti contesti storici, geografici e di situazione. Episodi sodali nell’osservazione delle possibilità di sviluppo del fenomeno generalmente definito come “il male”. Luigi Zoja è uno psicanalista e saggista esperto, di lunga esperienza e riflessione. Numerose le sue pubblicazioni, anche divulgative, di grande […]

Rassegna Stampa Libraria – 18 giugno 2023

In una famosa critica alla pericolosa autorevolezza determinata dal mezzo di comunicazione dei “Social media”, destinato ad influenzare falsamente e per lungo tempo la maggior parte delle persone, Umberto Eco evocava la figura passata del balordo avventore di un bar che giustamente diceva la sua. La stupidaggine veniva bruscamente liquidata e rimaneva al bar, tra […]

RECENSIONE: Joseph Conrad “Tifone”

Aveva appena chiesto alla Natura: «a chi piace o a chi giova cotesta vita infelicissima dell’universo, conservata con danno e con morte di tutte le cose che lo compongono?». Due leoni di passaggio, sfiniti ed affamati, si mangiarono quell’Islandese illuminista. Non poteva capire. Del resto la Natura aveva compreso la sua impossibilità, aveva fatto in […]

RECENSIONE: Gilbert K. Chesterton “Il club dei mestieri stravaganti”

Tempi difficili i nostri. Mancanza di lavoro, mancanza di alloggi, mancanze di ogni tipo. Ma ecco che ci viene in aiuto Mr. Chesterton e ci offre un piccolo, semplice viatico per la felicità. Sconfiggere la disoccupazione non è impossibile. Basta con lavori frustranti, ripetitivi, privi di fantasia. Ciò che Gilbert Keith Chesterton (1874-1936) propone nei […]

RECENSIONE: Guido Vitiello “Il lettore sul lettino”

E pensare che alle copertine è dedicato un intero capitolo del libro. La copertina de Il lettore sul lettino di Guido Vitiello è indubbiamente carina ma, a dispetto del contenuto, generalizza l’intento dell’autore. Anche il sottotitolo, invece di introdurre, in questo caso distrae, fuorvia, riduce la varietà comportamentale a bizzarria, buffa eccezione, curiosa stravaganza, esca […]